I nostri mentor

Rosario Antoci

Studente di Ingegneria Informatica e suonatore di floppy drive.

Nel tempo libero smanetto con l'hardware e il software che mi capita davanti.

Sono anche un socio di Italian Linux Society e volontario presso Officina Informatica Libera, associazione che fornisce uno sportello di assistenza e di promozione del software libero.

Salvatore  Aufiero

Il suo interesse per l'Informatica nasce in tenera età grazie ad una forte passione per i videogames (non tutti lo ammettono ma i veri programmatori iniziano così).

Laureatosi in Ingegneria Informatica al Politecnico di Torino, con una tesi di ricerca su algoritmi di Data Mining, attualmente lavora a tempo pieno come Application Developer per il gruppo Reply s.p.a.

Ha un amore incondizionato per i boardgame e per tutto ciò che ha a che fare con il Giappone.

Andrea Basso

Rainmaker italiano di provenienza USA, appassionato di innovazione e di startup. Innamorato della tecnologia che ama trasformare per fare cose che uno non si aspetta.

 

 

Elia Bellussi

Elia BellussiCoderDojo Champion per il comune di Torino è fondatore e presidente dell'associazione culturale "Museo Piemontese dell'Informatica - MuPIn" è consulente informatico per il Gruppo Consoft S.p.A. presso vari clienti.

Laureatosi in Sistemi e Reti presso l’Università di Torino, con una tesi in intelligenza artificiale, successivamente ha seguito un corso di specializzazione post laurea in divulgazione scientifica con il patrocinio dell’Università di Torino e un seminario del Dottorato in Beni Culturali presso il Politecnico di Torino in Patrimonio culturale virtuale, comunicazione e media.

Ha tenuto alcuni seminari presso le Università di Firenze e di Torino e fa parte del comitato scientifico di Nord-est Digitale oltre ad essere stato nominato da Riccardo Luna come Digital Champion per il comune di Orbassano. Si occupa, per il Museo Piemontese dell'Informatica, dell'organizzazione dei giochi per bambini da proporre durante la Notte dei Ricercatori.

| | | |

Lorenzo Bergadano

La mia passione per l'informatica è nata verso 12 anni quando, per scherzo, mi hanno mostrato la prima applicazione per android. Da quel giorno ho continuato la mia conoscienza nello sviluppo di applicazioni android e questo mi ha portato a essere più curioso tanto che ho iniziato a studiare le pagine web con l'html e il css, lo sviluppo di software con il basic, gestione di database e l'utilizzo di arduino.

Ora sono uno studente presso l'istituto ITIS Avogadro. La mia specialità nella quale vado meglio è l'utilizzo della domotica applicata con arduino. Il mio sogno: realizzare un progetto unico e innovativo!

Filippo Gangi Dino

Sviluppatore con più di dieci anni di esperienza nel­lo svi­lup­po web.
Dopo un'esperienza legata prevalentemente al webdesign e al frontend, dal 2011 developer e socio in we­Lai­ka, so­cie­tà cooperativa in­for­ma­ti­ca torinese spe­cia­liz­za­ta in sviluppo di ap­pli­ca­zio­ni in Ru­by on Rails e mo­bi­le iOS ed An­droid.

Amante dell'open source e del software libero.

Roberto Guido

Roberto-GuidoProgrammatore, smanettone, attivista freesoftware.

Direttore dell'associazione nazionale Italian Linux Society, socio di Officina Informatica Libera, coordinatore del Linux Day Torino.

A volte lavora per la cooperativa Officine Digitali e su progetti più o meno complessi e strampalati.

|

Stefano Mercurio

Stefano MERCURIODocente di laboratorio di informatica presso l'istituto Pinifarina di Moncalieri, da sempre si occupa di nuove tecnologie e metodologie didattiche e sperimenta con gli studenti del primo anno di studio progetti realizzati con Arduino, Raspberry, Android e Scratch.

Puntualmente li coinvolge in diversi eventi nel campo delle TIC. Docente in numerosi corsi di formazione, collabora dal 2010 con Dschola in vari progetti in tutto il territorio Torinese.

|

Gaia Monterzino

Gaia MonterzinoE' la ragazza più giovane del gruppo!

Ha iniziato quest'anno a frequentare l'istituto superiore Pininfarina con una irrefrenabile passione per l'elettronica.

 

 

 Niels Oneglio

Responsabile di reparto in una azienda del reparto cinematografico, si è poi specializzato come graphic designer e event planner. È socio fondatore e membro del direttivo dell'associazione Museo Piemontese dell'Informatica - MuPIn.

Si occupa di cinema e ha maturato esperienze come direttore di produzione e produttore esegutivo.

| |

Andrea Poltronieri

Vicepresidente del Museo Piemontese dell'Informatica - MuPIn, trasferitosi dal Veneto in Piemonte alcuni anni fa, si occupa di sviluppo web e mobile per un'azienda torinese.

Ha una sfrenata passione per tutto ciò che è legato all'ambiente nerd.

| |

 Sarah Rena

Frequenta seconda superiore presso l'istituto ITIS Pininfarina.

A scuola studia biotecnologie e nel suo tempo libero si è avvicinata alla programmazione informatica.
Ha iniziato con Scratch e l'Html in prima superiore, ora ha in mente un progetto con Arduino e App Inventor ma le piacerebbe anche imparare a programmare con Raspberry PI...

Chissà cosa la aspetta!

Annalisa Toselli

La prima ragazza ad entrare nel gruppo dei Mentor!

Piena di entusiasmo, e fin da piccola appassionata di tecnologia ora studia informatica all'ITIS Pininfarina.

In questo periodo si sta occupando della divulgazione di nuove tecnologie open source basate su Linux per le scuole come Raspberry Pi.

Ha già incontrato qualche personaggio interessante e collaborato alla stesura di un libro su Scratch ma chi lo sa cosa la aspetta.
Il suo sogno? Un'invenzione tutta sua.

Andrea Russo

IMG-20160405-WA0008Ex studente dell'ITIS Pininfarina

Appassionato di auto sportive da modificare all'estremo con pc e gadget elettronici

Tra i suoi progetti c'è un "all in one" costruito partendo dalle componenti di un vecchio portatile...

Ma sa fare un po tutto!

Gaia Barbaro

Frequenta seconda superiore presso l'istituto ITIS Pininfarina.

Studia biotecnologie e nel tempo libero ha preso parte a progetti con raspberry e makey makey.

Ha utilizzato anche scratch, arduino e html.

Ha costruito una tastiera utilizzando la frutta al posto dei tasti

Chissà che altro si inventerà!